Prontuario alimenti

Cos’è il “prontuario degli alimenti”?

Una pubblicazione dell’AIC costituita da un elenco di prodotti alimentari non destinati all’alimentazione particolare cui è sottoposto il celiaco, ma al comune consumatore, ed appartenenti a categorie a potenziale rischio o vietate per un celiaco, le cui aziende produttrici ne dichiarano l’assenza di glutine (ad es. caramelle, gelati, salumi ecc.). Si veda anche la pagina “Dove si trova il glutine”.

Lo scopo di questa pubblicazione è dare a coloro che devono seguire una rigorosa dieta senza glutine, cioè celiaci e soggetti con dermatite erpetiforme, uno strumento in più per evitare le tracce di glutine, potenzialmente presenti in alcune categorie di prodotti alimentari.
Le aziende produttrici che aderiscono e concorrono con le loro risposte alla stesura dell’elenco, dichiarano l’idoneità dei loro prodotti (venduti in Italia) ad essere consumati anche dai celiaci (in quanto il glutine eventualmente presente è sempre inferiore a 20 ppm) e ciò tenendo conto non solo degli ingredienti, ma anche delle possibili contaminazioni durante tutte le fasi di produzione (stoccaggio, lavorazione, confezionamento, ecc.).
Tali aziende hanno infatti compilato e sottoscritto per ogni singolo prodotto schede, appositamente predisposte dall’A.I.C., nelle quali forniscono informazioni su tutti gli ingredienti, anche su quelli eventualmente non dichiarati in etichetta, oltre ad indicare precise valutazioni di rischio su eventuali contaminazioni crociate durante le fasi di produzione e di confezionamento.

Le schede sono poi controllate e valutate da AIC Prontuario, che inserisce nell’elenco solo i prodotti le cui aziende produttrici hanno fornito esaurienti informazioni tali da poterli definire a “minor rischio”. Tale precisazione (prodotti a “minor rischio” e non “sicuri” o “garantiti” ) è d’obbligo perché la valutazione del prodotto è, comunque, fatta su autodichiarazioni delle aziende produttrici, non essendo previsto, per la selezione dei prodotti pubblicati sul Prontuario, visite alle aziende o audit di controllo.
E’ comunque prevista la possibilità, qualora lo si ritenga necessario, effettuare analisi di laboratorio dei prodotti prelevati dai punti vendita.
Le aziende possono modificare nel tempo la composizione o la lavorazione dei loro prodotti in senso negativo per i celiaci, pertanto il presente opuscolo potrà subire varie modifiche ed aggiornamenti che l’A.I.C. pubblicherà su Celiachia Notizie e su Internet.

Come si può ricevere la versione cartacea del Prontuario?

Diventando socio dell’Associazione Italiana Celiachia, cioè iscrivendosi alla propria AIC Regionale.
Per chi già è socio della nostra associazione, ma non ha ancora ricevuto per posta l’ultima versione del Prontuario, deve comunque contattare la propria Segreteria Regionale. Per tutte le informazioni consulta il sito www.celiachia.it.

Come accedere al PRONTUARIO ONLINE

Il Prontuario online è sempre aggiornato quindi, nelle pagine relative, non vengono segnalate aggiunte, modifiche o cancellazioni. Tutto questo viene invece segnalato volta per volta negli aggiornamenti del prontuario versione cartacea. Qui ogni volta che ci sarà una modifica da apportare rispetto alla versione cartacea originale, verrà riportata in ordine temporale.

Fonte materiali: A.I.C.